Benvenuti nel nostro sito web

Nel nostro sito potrete trovare informazioni sul nostro Club e sulle nostre attività. Approfondire meglio cosa facciamo e soprattutto cosa possiamo fare per voi.

Questo sito vi consentirà di conoscerci meglio e di entrare in qualsiasi momento in contatto con noi per ricevere maggiori informazioni.

Il Presidente

Sergio Sanson

 

PROSSIMI EVENTI

A tutti i Soci
 
Cari Amici,
E’ in arrivo un’altra conveniente opportunità per rinnovare l’iscrizione al nostro Club.
Con il 2016 a coloro che rinnoveranno o si iscriveranno al nostro Club sarà attivata GRATUITAMENTE una polizza contro gli INFORTUNI – MALATTIE avvenuti/subiti all’interno di Campeggi o Aree di sosta ufficiali.
Con il prossimo numero del “Campeggio Italiano” troverete la brochure della polizza “Unisalute” con indicazione dei vari e utilissimi servizi offerti e la tessera – promemoria da ritagliare.
L’attivazione delle garanzie sarà resa operativa solo alla conferma del rinnovo o nuova iscrizione per il 2016 al Campeggio Club Conegliano.
Con la primavera alle porte iniziano i preparativi per le uscite e crediamo sia opportuno partire anche con questa copertura assicurativa gratuita.
A proposito delle prime uscite di primavera abbiamo programmato le seguenti:
Dal 24 al 28 Marzo (partenza alle ore 15,00 dall’area di sosta) ritorneremo in Abruzzo alla riscoperta e l’acquisto di una delle peculiarità Italiane “l’olio extra vergine” delle colline Frentane in quel di Rocca San Giovanni (CH), presso l’antico frantoio Della Fazia (del 1936). Visiteremo anche la storica Abbazia di S. Giovanni in Venere (XI sec) gestita dai Padri Passionisti e poi ci trasferiremo a Sulmona per partecipare ai riti Pasquali con pranzo in loco.
Per ogni informazione e iscrizione obbligatoria: Mauro 348 5145388 – Guido 348 5160384
Altra uscita: accogliendo l’invito del Camping Club Fermano parteciperemo ai festeggiamenti dei loro primi 40 anni di attività. L’appuntamento è fissato per i giorni 22-23-24-25 Aprile in quel di Monterubbiano – FM - (frazione Rubbianello).
Ricordiamo che dal 01/06 al 05/06 abbiamo organizzato un ritorno in Bosnia-Erzegovina anche con visita a Medjugorje.
Per iscrizioni e dettaglio dei programmi passare in sede ogni martedì e giovedì dopo cena, ricordando che le partecipazioni sono riservate ai Soci in regola con il tesseramento 2016.
Vi aspettiamo.
Con i migliori saluti.
Conegliano - Marzo 2016.

visita del nostro club alla rivista PleinAir di Roma del 18 aprile, in occasione della uscita di pasqua a S. Pietro. Il Direttore Raffaele Jannucci ci ha ricevuto "a braccia aperte" e presentato tutti i collaboratori presenti chiudendo la visita con pasticini e bevande varie. A segnare la stima nei nostri confronti ci ha voluto preparare e consegnare una bella "poesia" e noi abbiamo ricambiato con un basso rilievo in argento del castello di Conegliano.

AREA DI SOSTA A CONEGLIANO: LA MIGLIORE D'ITALIA

Premiata da "Il campeggio italiano" 1° Premio Italia Ospitalità e Cortesia.

CONEGLIANO - L’area di sosta camper di Conegliano è la migliore d’Italia,

L'hanno premiata 23mila lettori di “Il Campeggio italiano”. La Città del Cima  compare tra i premiati  nell’ambito del premio “Ciao campeggio”.

“Questa è una struttura d’eccellenza che dobbiamo ad un’intesa tra Comune di Conegliano e Associazione Campeggio Club Conegliano – spiega il sindaco Floriano Zambon, che l'aveva inaugurata da sindaco nel 2005 - nell’ambito della promozione e valorizzazione del turismo legato alla cultura, all’ambiente e all’enogastronomia, una struttura per il turismo itinerante nazionale ed europeo, rendendo il Campeggio un punto di riferimento per chi desidera visitare Conegliano e gli intinerari dell’intera Marca Trevigiana”.

L’intervento è stato realizzato 7 anni fa. “Abbiamo prima individuato un’ampia area comunale (6.300 metri quadrati) idonea in funzione della comodità dell’accesso stradale, confinante con la Statale Pontebbana e a 3 chilometri dal casello autostradale, presso l’ex foro Boario – continua il sindaco Floriano Zambon - La gestione dell’area è stata affidata all’Associazione Campeggio Club Conegliano, che l’ha recintata, illuminata, completa di servizi igienici, pozzetto di scarico, carico acqua potabile ed a richiesta energia elettrica. Di tutto l’occorrente per renderla l’eccellenza che oggi viene risconosciuta da questo premio internazionale”.

Ad essere premiata infatti insieme all'area sosta è l'Associazione Coneglianese, che conta più di 200 equipaggi. “La soddisfazione è tanta. Questo è un premio meritato che valorizza una gestione ben fatta. Ogni anno ospitiamo oltre 300 equipaggi, per un complessivo di oltre 900 persone – spiega Sergio Sanson, Presidente del Campeggio Club Conegliano e Vice Presidente della Confederazione Nazionale Campeggiatori – in 7 anni di gestione abbiamo visto crescere il turismo in città anche grazie a questo servizio. Oggi gli utilizzatori dell’area sosta sono per il 60% italiani e per il 40% stranieri, di cui il 30% francesi, il 60% provenienti dal Nord Europa e il 10% dai paesi dell’Est. Conegliano è una meta molto conosciuta proprio per la sua posizione, tra i monti e il mare è considerata una tappa obbligata per i camperisti europei. Ognuno riceve al suo transito materiali informativi sulla città e il suo territorio e il passa parola ha fatto il resto. Così concorriamo a diffondere le bellezze della città nel mondo”.

Da Conegliano ai Monasteri dell'Armenia sulle tracce del DNA del Prosecco

Un viaggio di oltre otto mila km attraverso 7 Paesi per cercare in Armenia le radici dei vitigni italici e, in particolare, per scoprire il DNA originario del prosecco. L'iniziativa è del Campeggio Club di Conegliano, supportato dal patrocinio di Comune, Provincia di Treviso e della Confederazione Nazionale Campeggiatori, con la collaborazione delle autorità armene e dei monaci Mechitaristi. Vedrà il coinvolgimento di 8 equipaggi (16 persone) in un progetto che unisce scienza enologica, storia, turismo e... una dose consistente di passione. 
La partenza della "spedizione" - gli equipaggi provengono da più parti d'Italia - è prevista per sabato 19 luglio (ore 8.30 presso la sede del Campeggio Club in via San Giovanni Bosco, 1 a Conegliano) e per un mese gli ardimentosi protagonisti non si staccheranno dal sedile del camper, viaggiando attraverso Slovenia, Croazia, Bosnia, Bulgaria, Turchia, Georgia, Armenia e poi nuovamente Turchia orientale e Kurdistan, alla ricerca di ceppi autoctoni di vite rimasti intatti e simili a quelli oggi considerati italici da cui prelevare campioni, visitando monasteri, castelli, villaggi e vecchie aziende agricole, nel vasto territorio che circonda il monte Ararat. 

  

"Abbiamo avuto il mandato del Centro di Ricerca per la Viticoltura di Conegliano per la raccolta di tranci di vite dai quali potrebbero trarre materiale genetico utile alle loro indagini - riferisce Sergio Sanson, presidente del Campeggio Club coneglianese e organizzatore dell'iniziativa -. Infatti l'Armenia e la Georgia sono considerate da sempre il centro di origine della vitis vinifera e rappresentano dunque una riserva varietale importante per la conoscenza storica e per possibili interventi di miglioramento genetico". E il Ministero dell'Agricoltura della Repubblica di Armenia ha già manifestato grande interesse (con un invito ufficiale) per l'indagine che i camperisti coneglianesi svolgeranno nel territorio e ha assicurato piena collaborazione. E il supporto di padre Elia Kilaghbian, abate generale della congregazione dei Mechitaristi di Venezia, nelle relazioni con l'Armenia è stato fondamentale. 

L'interesse del Governo armeno, ma anche delle autorità della Georgia, probabilmente travalica gli argomenti della ricerca e punta dritto alla componente turistica del viaggio. Perché il gruppo di Conegliano andrà di fatto ad aprire una "pista" per i camperisti che dall'Italia o dall'Europa centrale vogliano in futuro visitare Armenia, Georgia e Turchia orientale, identificando le tappe e le strutture di appoggio per costruire un affascinante tour alle radici della civiltà.